William Hill - Centro assistenza Chiudi
  • Cambia Schermata
BONUS DI BENVENUTO FINO A 1000€. REGISTRATI ORA


Aiuto
Concessione N° 15038
 
 
Login
  • Scommesse
  • Casinò
  • Casinò Live
  • Slot
  • Vegas
  • Bingo
  • Poker

Hawaii un altro stati USA potrebbe legalizzare il gaming online

Pubblicato il 14/03/2017

Anche lo stato delle Hawaii ha lanciato la sua corsa verso la legalizzazione del poker online. La legge, secondo la stampa specializzata, potrebbe arrivare entro la fine del 2017.

Verso la fine di gennaio è stato introdotto un disegno di legge che stabilirebbe la creazione della Hawaii internet lottery and gaming corporation, cui sarebbe affidata la gestione del settore giochi nello stato delle Hawaii. I ricavi dalle tasse del gambling online sarebbero destinati, tra le altre cose, alle scuole pubbliche e al sistema universitario hawaiano.

Il disegno di legge prevede al momento una vasta gamma di giochi di casinò, incluso il poker online. Le scommesse sullo sport non sono invece previste. I giocatori dovranno avere almeno 19 anni. La legge prevede inoltre la possibilità per le Hawaii di entrare in partnership con altri stati per condividere liquidità e pool di giocatori. Al momento, solo Nevada e Delaware condividono la liquidità per le proprie poker room online.

Un altro aspetto interessante di questo disegno di legge è che prevede un incremento del turismo alle isole Hawaii. Come? Attraverso la creazione di eventi legati al gioco. Probabilmente, si pensa all’organizzazione di tornei internazionali di poker, che porterebbero con sé sponsor, investimenti e ricavi legati all’arrivo di centinaia o migliaia di giocatori da tutto il mondo, per ogni singolo torneo.

Le Hawaii sono quindi in piena corsa per diventare il quarto stato americano a legalizzare i casinò online, dopo Nevada, Delaware e New Jersey. Gli altri stati che stanno prendendo in considerazione la possibilità di introdurre il poker online all’interno dei propri confini sono Pennsylvania, California, New York, Michigan, Massachusetts e Washington.

 

Tra tutti questi, è la Pennsylvania ad essere più vicina all’approvazione di una nuova legge, mentre negli altri casi il processo appare più complicato. Nel complesso, sono quasi quattro anni che uno stato americano non legalizza il poker online e il 2017 sembra essere finalmente l’anno di svolta.